Sito www.nucciatolomeo.it - Nuccia augura Buon Natale - Un pensiero natalizio per chi è nella prova
Diamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond Text

audio di sottofondo

Sotto i video e i messaggi natalizi di Nuccia

Cinque melodie natalizie............................................ Per scaricare clicca...................................................
1. Tu scendi dalle stelle. mp3
sul tasto destro del mouse sul cuore c e poi su Salva destinazione con nome
2. Silent Night. mp3
sul tasto destro del mouse sul cuore c e poi su Salva destinazione con nome
3 Jingle Bells .mp3
sul tasto destro del mouse sul cuore c e poi su Salva destinazione con nome
4. White christmas. mp3
sul tasto destro del mouse sul cuore c e poi su Salva destinazione con nome
5. Holy Night. mp3
sul tasto destro del mouse sul cuore c e poi su Salva destinazione con nome

Carissimi amici, avvicinandosi il Natale, ho pensato di dedicarvi questa pagina di augurio.

cuore

Padre Pasquale Pitari

r

Diamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond Text

Diamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond Text

Diamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond TextDiamond Text

 

sm

cuore...sm...cuore

cuore...

cuore...sm...cuore...

cuore

cuore...cuore...cuore...sm...cuore...cuore...cuore

cuore cuoresmcuorecuore

stelline

giuseppesertomaria

nuccia

 
Tre messaggi natalizi di Nuccia Tolomeo

MESSAGGIO DI NATALE 1994
Passano gli anni, ma la notte di Natale resta sempre una notte di prodigio. Essa mi ritrova ogni volta bambina, con gli occhi stupiti e il cuore colmo di gioia, immersa nel sacro mistero del Verbo Incarnato, dinanzi al presepe. Oh! Quale magia compie in me la notte santa! Contemplando il presepe, pian piano mi sento rapire e trasportare lontana… a Betlemme, accanto ai pastori, che vanno alla grotta, e chiedo loro del Santo Bambino. La dolce magia dura per delle ore davanti al presepe, perché proprio qui il mio spirito riceve stimolo e raccoglimento, utile alla contemplazione e alla preghiera. E’ proprio per questo che amo farmi fare ogni anno il presepe, antico amore della mia fanciullezza, un amore trasmessomi con amore dalla mia adorata mamma: colei che costruì il mio primo presepe. Conservo ancora molte statuine di gesso di quand’ero piccola, quelle statuine che passavano di mano in mano tra noi bambini, prima di essere collocate intorno alla grotta. La costruzione del presepe avveniva ogni anno in una dolce atmosfera di pace, durante la quale gli adulti ci stupivano, costruendo stradine, ponti, montagne, ruscelli e altro, con semplici pezzi di legno, di carta, di vetro, di specchio! Ricordo anche gli odori delle tradizionali pietanze di Natale e penso con nostalgia al suono delle cornamuse che gli zampognari venivano a suonare davanti alla mia casa. Contemplando la grotta di Gesù Bambino... (tutto il messaggio: cliccare)

 

MESSAGGIO DI NATALE 1995

A nome della grande famiglia di Radio Maria, do un annunzio di amore, di gioia e di pace al mondo intero. Gesù, luce delle genti, sta per nascere. Apriamo le porte dei nostri cuori ed entri il Re della Gloria. L'Emmanuele desidera fare di noi la Sua tenda, la Sua stabile dimora, perché ci ama infi­nitamente e vuole tutti salvi. Accostandoci al mistero della Sua incarnazio­ne, invochiamo lo Spirito, perché questa notte dallo splendore di Gesù le nostre vite siano trasfigurate e trasformate in autentiche testimonianze di luce.
Fratelli e sorelle, è tempo di andare: il mondo ci attende, ha bisogno di noi, perché vaga nelle tenebre e rischia di perdersi nel buio dei nostri tempi. La nostra società, così ricca, sazia di benessere, è vuota d'amore, di gioia e di speranza. Ha vissuto troppo a lungo senza Dio, si è costruita il vitello d'oro ed ha perso quasi tutti gli ideali della vita. Ora è inquieta, delusa, violenta. I giovani sono tristi, senza prospettive per il futuro. La nostra so­cietà ha urgente bisogno di modelli di virtù, per rinnovarsi nello spirito, per imparare nuovamente a credere, ad amare, a gioire, a sperare, per comunicare ai giovani il gusto e il coraggio della vita. Chi ha il dono delle fede non può più stare a guardare, né deve disperare, ma mettere mano all'aratro, perché il Padre ci chiama tutti a collaborare con Lui...(tutto il messaggio: cliccare)

 

MESSAGGIO DI NATALE 1996

Carissimi, il Natale è la festa dell’amore e della misericordia. Come il profeta Isaia, anch’io dico: “E’ nato per noi un bimbo, un figlio ci è stato donato, per coprire la moltitudine dei peccati”. E’ una grande lezione di carità: con l’amore è stato vinto il peccato e la morte. Per molti il natale non è che una festa: è il natale delle vacanze, della settimana bianca, dei doni, dei cenoni; e si offusca la verità di questo grande ed unico evento. Anche se è giusto manifestare esteriormente la propria gioia, non è più giusto, quando l’esteriorità, l’addobbo, le luci ecc… diventano fine a se stessi o addirittura fanno dimenticare il significato della festa stessa. Non lasciatevi più coinvolgere dall’esteriorità, ma fatevi coinvolgere dal gran dono: GESU’.
Il vero natale cristiano si compie ogni giorno in ogni uomo, che ha il coraggio di vivere nella realtà  in cui vive con umiltà, con pazienza, fedeltà ed amore. Il natale comincia da noi, dal di dentro: dobbiamo cambiare i nostri cuori. Gesù chiede le nostre orecchie per ascoltare la sua parola, la nostra bocca per consolare, le gambe per camminare verso chi ha bisogno, le mani per donare e il cuore per amare. Quindi è necessario trovare, accogliere Gesù e servirlo nell’uomo. Chi ama Gesù, ama l’uomo. Condividiamo questo immenso cielo di dolori e di pianti, che si eleva da tutta la terra, nella certezza che proprio perché il Natale esiste, quel pianto sarà asciugato, quelle ferite curate, i cuori consolati, e i morti risorgeranno....(tutto il messaggio: cliccare)

 
engelengeladorazione eucaristicaengelengel

 

BUON NATALE E FELICE NUOVO ANNO