Sito www.nucciatolomeo.it - pagina Video su Nuccia
N°72- Messaggio di Nuccia per gli ultimi
r r
Grazie, Gesù, per averci regalato Nuccia. Alleluia!

MESSAGGIO: IL SIGNORE DICE…rosa

Il Signore dice: “I poveri saranno sempre con voi”. Aveva ragione. Quanti poveri ci
sono nel mondo! Anche se i beni sono stati destinati a tutti, oggi più che mai i poveri sono in
aumento. Molte creature, nostre sorelle e fratelli, soffrono sotto il peso della miseria, mentre
altri, pur avendo tutte le possibilità per sfamare e nutrire, invece, con molta indifferenza,
vivono una vita comoda, senza accorgersi di chi soffre.

Ma non solo questi sono i poveri;
sono poveri tutti coloro che hanno fame e sete della Parola di Dio: molti cristiani si
chiudono nella loro fede e non la testimoniano, non l’annunciano agli altri!

Sono poveri gli anziani soli, i molti ammalati abbandonati, i barboni, i bambini maltrattati, usati,
violentati, tutti coloro che sono senza casa, senza assistenza, senza un sorriso, senza una carezza.

A questo punto è bene fermarsi e riflettere insieme. Gesù si è fatto povero, ha
lavato i piedi ai suoi discepoli, per farci capire che non era venuto per essere servito, ma per
servire, e s’identifica con tutti i poveri del mondo che soffrono, si identifica con gli ultimi. E
infatti ci dice: “Ogni volta che avete fatto queste cose a uno solo di questi miei fratelli più
piccoli, le avete fatto a Me”. Dice anche: “Chi ha due tuniche, ne dia una a chi non ne ha”.
Non possiamo, quindi, ignorare queste creature, come ha fatto il ricco epulone, che finse di
non vedere il mendicante che era ai suoi piedi. Dobbiamo essere noi cristiani, soprattutto voi
giovani, il buon samaritano che soccorre, che veste gli ignudi, che sfama, che va a trovare
l’ammalato solo. Se faremo ciò che ci comanda la Parola di Dio, dimostreremo a Dio il nostro amore.

Siate, quindi, disponibili, solidali, condividete, amate, donate speranza; non fate
passare questo tempo invano, ma siate generosi verso tutti, ma specialmente verso gli ultimi, i
più abbandonati. Imitate Gesù e nel prossimo ritroverete il volto di Gesù. Amate, amate con
cuore generoso e gratuito: è sull’amore che saremo tutti giudicati, sull’amore che abbiamo
saputo donare agli altri.

Chiediamo, quindi, insieme al Signore Gesù, che è ricco d’amore e di
misericordia, di guarire il nostro cuore, il nostro egoismo, e di darci un cuore nuovo, grande, generoso
. Amen.

Nuccia